san_leopoldo
mercoledì 17 febbraio 2016:
Miracolo di San Leopoldo a Loreto
A Loreto si grida già al miracolo di San Leopoldo. A dare l’annuncio stamattina lo stesso Arcivescovo delegato pontificio di Loreto e della basilica di Sant’Antonio da ... leggi tutto
 
il blog di Guarda Con Me

La centralità delle apparizioni di Medjugorje

20
MAR
2015
archiviato in medjugorje

La

Madonna

che a

Medjugorje

si presenta come la Regina della Pace, si mette al centro degli eventi della storia che ci avvolgono e, spesse volte, ci travolgono.

Maria, mette al centro soprattutto Gesù. In queste apparizioni c’è una dinamica di persone, di messaggi, di eventi, di luoghi da mettere al centro. Queste apparizioni e questi messaggi ci dimostrano la “Centralità dell’amore che la Madre ha verso suo Figlio”  e, per conseguenza, dell’amore che ha per ciascuno noi, suoi “Cari figli”.

Con la mente e con il cuore immaginiamo quello che succede il 24.06.1981: La

Madonna

non appare da sola, ma con Gesù Bambino in braccio. In un messaggio del 25 dicembre di qualche anno dopo dirà: “Vi porto mio Figlio, vostro Dio”  e per spiegare e sviscerare questa frase non basterebbe la vita intera di un teologo.

Primo motivo di

centralità

delle apparizioni a

Medjugorje

è Gesù; la

Madonna

mette al centro suo Figlio e Maria è la strada maestra che porta a Lui. Inoltre, il 24 giugno si colloca esattamente al centro dell’anno solare: altro motivo di

centralità

di queste apparizioni. La

Madonna

è attentissima: la metà esatta dell’anno è il 1° luglio, ma la Gospa sceglie l’ultima settimana del mese centrale dell’anno, giugno, perché è il mese dedicato al Sacro Cuore di Gesù che è il Centro, la Sorgente, la Fornace ardente della Divina Misericordia.

L’essere misericordioso è caratteristica primaria ed essenziale di Dio; ma Maria, essendo Madre di Dio è tutta misericordiosa per conseguenza. Perché Maria è "la tutta misericordiosa" e non più semplicemente "la Madre misericordiosa"? La risposta ci viene dalla

Madonna

stessa durante le apparizioni di Pellevoisin a Estelle Faguette nel 1876. La

Madonna

, apparendo alla veggente Estelle non dice: “Io sono misericordiosa”, come se fosse una sua caratteristica, ma con più precisione afferma: “Sono tutta misericordiosa” vale a dire che non è la

misericordia

una sua semplice caratteristica, ma significa che è stata prescelta per esserlo: PIENA DI GRAZIA, TUTTA MISERICORDIOS